L’alba del giorno che verrà

In realtà il giorno è venuto. Il domani è già oggi, l’ieri è scomparso e l’oggi non è mai esistito.

L’epidemia ha cambiato irreversibilmente il n ostro mondo consueto. Inutile fingere. Inutile rifugiarsi nelle comode sicurezze di ieri.

Ne parlano Sergio De Prisco e Roberto Bolzan affrontando i temi del decentramento, dello stato, della società e del potere. Si afferma che lo stato è una comoda finzione di cui si è più o meno pronti a liberarsi. C’è chi naviga in mare aperto e chi preferisce rimanere sul bagnasciuga, ma un po’ alla volta tutti prenderanno il largo dalla carcassa inutile.

Insomma, ottimismo e grande entusiasmo.

Qui.

E, perdinci, non perdete i podcast e  iscrivetevi al canale Youtube