Google e l’illegalità

Il nostro account è stato chiuso con una decisione arbitraria e senza appello e nemmeno sappiamo cos’è successo.

Questo intollerabile atteggiamento dei social, che si permettono di limitare a capriccio la possibilità di espressione del pensiero, è diventato un problema e una peste che affligge il nostro tempo.

Pubblicheremo su altri social i nostri contenuti e ve ne daremo notizia ma è evidente che la soluzione non è questa.

http://www.radiasvaboda.net/FILES/Napalm/Cronache-36.mp3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi