L’Italia desta

Per una volta tanto non parliamo male del nostro paese e sfuggiamo al vezzo nazionale della lagna.
Parliamo di informatizzazione , di PEC, di SPID, di firma digitale e via dicendo.
Cose nelle quali la nostra pubblica amministrazione è all’avanguardia.
Salvo, certo e ovvio, avere rugginosità e incredibili idiozie a rendere a volte inverosimile il quadro.
Ma un po’ alla volta le cose si sono sistemate.

E’ un po’ la rappresentazione plastica dell’Italia, un paese variegato, diviso tra eccellenze e baronie, tra innovazione e regresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi